A fotografare Denise

Denise G_040617_0188

Anche con Denise siamo “amici” da tempo su Facebook, tempo fa ci siamo scambiati i numeri di cellulare e abbiamo pianificato un pomeriggio per scattare insieme.

Così domenica pomeriggio ci siamo dati appuntamento a circa metà strada, dato che lei è di Lucca, abbiamo scelto di incontrarci all’uscita di Altopascio. Dopo esserci salutati, siamo andati in cerca di locations che ci potessero piacere.

Denise G_040617_0373Denise G_040617_0050Denise G_040617_0015Denise G_040617_0093Denise G_040617_0097Denise G_040617_0136

Come prima location abbiamo trovato quello che rimane di un inceneritore dove abbiamo scattato il primo set, che ci è servito per rompere il ghiaccio e conoscersi meglio, dopo siamo andati in aperta campagna, dove con Denise abbiamo incominciato a trovare il giusto feeling.

Denise G_040617_0152Denise G_040617_0176Denise G_040617_0252Denise G_040617_0284Denise G_040617_0511

Poi abbiamo trovato un rudere di una casa immerso nel verde e per ultimo abbiamo sfruttato la zona industriale di Altopascio.

Denise G_040617_0553Denise G_040617_0628Denise G_040617_0646Dopo ho accompagnato Denise alla sua macchina, ci siamo salutati, con la promessa di scattare di nuovo insieme.

Annunci

Di nuovo a scattare con Deia

Deia A_080517_0162

Si con Deia avevamo già scattato insieme circa un anno fa in esterni nella meravigliosa location de Il teatro del silenzio, visibile a questo link.

deia 003-2

Questa volta abbiamo deciso di scattare in interni, così dopo aver pianificato la cosa ci siamo trovati nel mio studio e abbiamo incominciato a scattare tanto per riprendere confidenza tra noi.

deia 004-2

Deia mi si è presentata con i capelli color fuxia, così siamo partiti subito con dei pantaloncini blu elettrico e un top rosso tipo American Style.

deia 001-2

Deia 002-2

Deia A_080517_0165-2

Deia A_080517_0093-2

deia 000-2

 

Di nuovo con Chidima

Chidima U_0050

Si con Chidima (si scrive Chidima , ma si pronuncia Cidima) avevamo già scattato insieme tempo fa, poi siamo sempre rimasti in contatto tramite i vari social, così l’altra settimana ci siamo sentiti e abbiamo deciso di organizzarci per scattare nuove foto, questa volta in esterni.

Chidima U_0011Chidima U_0015

Sono passato a prenderla e siamo andati in cerca di location abbastanza tranquille. Abbiamo iniziato da un semplice cavalcavia, poi un campo in aperta campagna per poter sfruttare il verde primaverile, dopo siamo passati a un sottopassaggio abbastanza nuovo della linea ferroviaria e per ultimo abbiamo fatto due scatti in stazione, dato che la dovevo riaccompagnare a prendere il treno.

Chidima U_0108Chidima U_0111Chidima U_0140Chidima U_0161Chidima U_0068Chidima U_0082Chidima U_0183Chidima U_0198Chidima U_0250Chidima U_0251Chidima U_0297Chidima U_0314Chidima U_0326

Lunedì ho scattato con Chidima

chidima-u_051216_0180-2

Tempo fa Matteo è passato a trovarmi per chiedermi informazioni per fare un servizio fotografico alla sua amica Chidima, così dopo averci parlato ho contattato direttamente lei per organizzarci e decidere il giorno per scattare.

Lunedì ci siamo trovati in studio e abbiamo passato un pomeriggio insieme. Siamo partiti con alcuni scatti semplici, tanto per entrare in sintonia, anche se con Chidima ci siamo trovati subito bene.

Senza titolo-1-2.jpg

Chidima U_051216_0202-2.jpg

senza-titolo-2-2

chidima-u_051216_0249-2

senza-titolo-3-2

chidima-u_051216_180-2

Avevo in mente un paio di “situazioni”, la prima è stata quella di avvolgere Chidima con la pellicola trasparente, abbiamo fatto un po’ di scatti ma non siamo rimasti soddisfatti, così Matteo mi ha suggerito di scattare mentre lei cercava di togliersi la pellicola, e in effetti  ne sono venuti fuori un paio di scatti interessanti.

Senza titolo-4-2.jpg

La seconda situazione è stata quella di cercare di “stampare” impronte bianche di farina delle mani sul corpo di Chidima, creando questo “contrasto” tra la carnagione scura e vellutata di lei e le impronte bianche delle mani. 

Senza titolo-5-2.jpg

Chidima U_051216_0311-2.jpg

Abbiamo, passato un bel pomeriggio, ridendo e scherzando questa credo che sia la prima cosa che si deve riuscire ad ottenere per poter realizzare un buon servizio fotografico, con Chidima magari ci rivedremo per un nuovo progetto.

Domenica con Ana

Dopo un po’ di tempo che non ci vedevamo, con Ana abbiamo deciso di trovarci domenica sia per passare un pomeriggio insieme, sia per scattare qualche foto nuova.

Sono passato a prenderla a casa e dato che la stagione non ci ha permesso di scattare in esterni abbiamo deciso di andare in studio,  dopo avere riscaldato l’ambiente abbiamo incominciato a fare qualche scatto, per l’occasione ho provato l’illuminazione a Led, essendo una fonte di illuminazione continua mi ha permesso ci scattare in sequenza senza dover aspettare i tempi di  ricarica del condensatore del flash.

senza-titolo-1-2

ana-m_061116_0139-2

senza-titolo-3-2

ana-m_061116_0106-2

ana-m_061116_0161-2

ana-m_061116_0152-2

ana-m_061116_0170-2

ana-m_061116_0174-2

ana-m_061116_0198-2

ana-m_061116_0222-2

Dopo aver fatto una prima sessione con questo tipo di illuminazione, son voluto ritornare alle origini, preparando un set con luce flash a due punti d’illuminazione , una luce primaria e una d’effetto, set semplice ma sempre efficace.

senza-titolo-2-2

La prima volta con Giulia

giulia-d_050916_0198

Giulia è una ragazza che ho conusciuto tempo fa, ogni tanto ci sentiamo su Facebook, così nei giorni scorsi ho visto passare una sua foto e mi è venuta in mente, ci siamo sentiti e abbiamo deciso di scattare insieme per un “test conoscitivo”.

Son passato a prenderla a casa e siamo andati a scattare al Castello di Cozzile, dove se si trova una giornata limpida possiamo ammirare tutta la Val di nievole fino a tutta la Val d’Arno, uno spettacolo niente male.

Abbiamo incominciato a scattare ma Giulia mi ha confidato fin da subito che doveva prendere un po’ di confidenza dato che era on po di tempo che non era abituata a posare davanti ad un obiettivo.

Dopo i primi scatti ha incominciato ad entrare nella parte, così abbiamo deciso di trovarci di nuovo, magari in studio per fare altri scatti.

Questi sono solo alcuni scatti giudicate voi…

giulia-d_050916_0007

giulia-d_050916_0027_pp

giulia-d_050916_0115

giulia-d_050916_0120

giulia-d_050916_0128

 

giulia-d_050916_0161

giulia-d_050916_0194

giulia-d_050916_0095

giulia-d_050916_0102

 

 

A casina nuova di Ana

ana-m_140816_0186-2A metà agosto son passato a trovare la mia amica Ana, che da poco è tornata ad abitare da sola, abbiamo deciso di passare un pomeriggio insieme, naturalmente io ne ho approfittato per fare qualche scatto sfruttando come location il suo nuovo appartamento.

Come al solito ho cercato di creare una location minimalista, quasi asettica, ho chiesto ad Ana dei lenzuoli e copriletto bianchi, per avere un effetto quasi monocromatico, dato che la parete dietro al suo letto è a mattoni verniciati di un grigio rossastro, volevo che ci fosse questo contrasto con il bianco candido delle lenzuola.

ana-m_140816_0041-2

senza-titolo-1-2

Abbiamo incominciato a scattare con tutta tranquillità, lei aveva a portata di mano tutti i cambi che voleva, dato che eravamo in casa sua, ma abbiamo optato per l’intimo e il vedo e non vedo.

ana-m_140816_0067-2

senza-titolo-4-2

senza-titolo-2-2

ana-m_140816_0137-2

senza-titolo-3-2

Dopo aver finito la sessione di riprese ci siamo cucinati uno spaghetto condito con il Pesto alla Genovese che ho portato, Pesto fatto in casa insieme al mio amico Danilo, dal quale prende il nome “Pesto alla Danilese” una variante moolto rivisitata è migliorata dell’originale.

Dopo aver sparecchiato e rigovernato ci siamo messi al mio Mac Book Pro a visionare gli scatti, questo sono solo alcuni, buona visione…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: