A scattare di nuovo con Elena

Anche con Elena dopo un po’ di tempo che cercavamo un giorno per scattare insieme, finalmente ci siamo trovati un sabato in pausa pranzo, Elena ha portato anche il suo amico Guido.

Elena G_201018_0004

Io avevo trovato una location con piscina niente male, ma c’è stato un piccolissimo problema, l’abbiamo trovata chiusa, così siamo passati al piano bi, li ho portati per una strada di bosco, dove mi sono divertito a sfruttare il fuoco selettivo. Ma nel frattempo mi sono accorto che Elena aveva avuto un calo di euforia, (giustamente, da passare a posare a bordo piscina a ritrovarsi in mezzo ad un bosco non è proprio la solita cosa).

Elena G_201018_0105Elena G_201018_0122Elena G_201018_0025Elena G_201018_0039Elena G_201018_0090Elena G_201018_0046Elena G_201018_0052Elena G_201018_0068

Mi sono subito attivato per trovare qualcuno che avesse la piscina,  ho chiamato un mio amico ma non mi ha risposto, poi mi è venuto in mente l’agriturismo Villa di Moriolo dell’amico Francesco, così ci sono andato e fortunatamente ho trovato sua mamma che mi ha dato il permesso di andare in piscina, in extremis, ma siamo riusciti a scattare a bordo vasca.

Elena G_201018_0138Elena G_201018_0146Elena G_201018_0190Elena G_201018_0208Elena G_201018_0212Elena G_201018_0219

E’ sempre un piacere scattare con Elena, sempre disponibile e professionale, complimenti Elena ! Grazie a Francesco e sua mamma per la disponibilità.

Annunci

Benedetta. Un nuovo soggetto per “Icone”

Tempo fa parlando con la mia amica Benedetta del mio progetto “Icone”, si è proposta  di “interpretare” per quanto possibile una situazione di Monica Bellucci ripresa in un paio di scatti apparentemente “rubati” mentre era a tavola con un piatto di spaghetti.

Benedetta mi ha portato un edizione di Vanity Fair Collection del 2015 Dove all’ interno c’è un articolo “Il cibo degli dei” dove tra altre “dive” c’è anche Monica Bellucci in una foto scattata nel 2003 per Vanity Fair.

Così ho incominciato a organizzare la sessione fotografica. Per la location ho chiesto all’amico Gilberto Rossi se era possibile scattare dentro al suo ristorante “Pepe Nero”,  Gilberto per questo progetto si è reso fin da subito disponibile, poi ho sentito Valentina per il trucco e parrucco quando poteva essere disponibile, dato che è in gravidanza, così abbiamo fissato per un lunedì pomeriggio.

Ci siamo trovati nel mio studio per i preparativi , per l’occasione ci ha raggiunti anche il mio amico Danilo che mi ha fatto da assistente scattando le foto di backstage con la mia Fuji X100F.

Benedetta Back._170918_0002Benedetta Back._170918_0003Benedetta Back._170918_0004

Poi siamo partiti per andare al ristorante Pepe Nero,  lì insieme a Gilberto ho cercato l’angolo giusto per realizzare gli scatti , mentre le ragazze si organizzavano ho chiesto a Gilberto di prepararmi un piatto di spaghetti al pomodoro, come da foto originale.

Benedetta Back._170918_0005Benedetta Back._170918_0007Benedetta Back._170918_0009Benedetta Back._170918_0014Benedetta Back._170918_0016Benedetta Back._170918_0021

Così ho incominciato a scattare, in questa occasione mi son portato dietro il mio MacBook Pro per visionare in diretta gli scatti. Danilo nella veste di aiutante/animatore ha ordinato una, anzi due bordolesi di vino rosso, giusta’appunto per “allentare” i freni inibitori di tutto lo staff.

Benedetta Back._170918_0020

Questi sono i risultati finali…

Senza titolo-1 copiaSenza titolo-2 copia

Ringrazio tutti Benedetta, Valentina, Danilo, per avermi permesso di realizzare questi scatti, in particolare ringrazio Gilberto Rossi che ci ha messo a disposizione il suo ristorante e si è adoperato per contribuire alla realizzazione de questo mio progetto

Soft Trash the Dress

Eh già, in un caldo pomeriggio di metà agosto ci siamo trovati con Prisca e Marco due miei sposi del 2018 per scattare insieme un “soft Trash the Dress” una sessione fotografica in esterni dopo il loro matrimonio in una “location” inusuale. Loro si sono portati dietro Virgo, uno dei loro cani corsi, una bestiolina da 60/70 Kg di stazza, questi sono alcuni scatti fatti in un boschetto nelle mie zone, buona visione.

P&M&V_240818_0006P&M&V_240818_0033P&M&V_240818_0096P&M&V_240818_0100P&M&V_240818_0093P&M&V_240818_0049P&M&V_240818_0054

 

Gente di’ Pinocchio

Senza titolo-1

Persone e personaggi di San Miniato Basso

Senza titolo-2

Quest’anno, dietro richiesta da parte del sindaco Vittorio Gabbanini, insieme a Filippo Lotti, abbiamo iniziato una nuova avventura fotografica. Filippo ha curato la mostra, mentre io ho fotografato i primi ventiquattro soggetti del Pinocchio, ovvero personaggi di San Miniato Basso.

Senza titolo-3

Quando Filippo mi ha proposto di essere il fotografo della prima edizione di “Gente di’ Pinocchio” non mi sono tirato indietro, anche se mi è costato un po di sacrificio, mi è piaciuta l’ idea di fotografare la gente del mio paese.

Senza titolo-4

E’ stato un reportage durato circa due mesi, dove sono “entrato” negli ambienti  lavorativi per scoprire e documentare i vari modi di lavoro di queste persone

Senza titolo-5

Questo è il primo anno di cinque, nei prossimi quattro anni cambieranno fotografi e saranno inseriti nuovi soggetti per un totale di 120, alla fine dei cinque anni il tutto si dovrebbe “chiudere” in un libro che rimarrà come parte della storia del nostro paese.

Senza titolo-6

L’Importanza della Fotografia

50° Genovini_010518_0071

Per il I° Maggio sono stato chiamato dall’amica Cristina a documentare il 50^ Anniversario di attività dello storico “Ristorante Genovini” aperto nel 1968 da suo babbo Dino, ed ora gestito da lei e suo fratello.

Devo dire che è riuscita una bella festa con tanta affluenza di persone di ogni età, proprio perché in cinquanta anni ce ne sono passati di clienti a mangiare.  Complimenti  per la buona riuscita e auguri per gli anni a venire.

Ma voglio sfruttare questa occasione per parlare dell’importanza della Fotografia, visto che appena sono arrivato stavano sistemando un cartellone (tra l’altro gli avevano dato la forma architettonica dello stesso ristorante) dove erano esposte vecchie fotografie sia in bianco nero che a colori. 

Man mano che la serata entrava nel vivo, tra uno stuzzichino e l’altro, le persone facevano capannello davanti al tavolo dove erano esposte fotografie dai colori ingialliti dal tempo che ritraevano bambini di quei tempi che oggi sono quarantenni.

50° Genovini_010518_0007

50° Genovini_010518_0169

50° Genovini_010518_0087Ecco a cosa serve la Fotografia stampata,  a conservare ricordi, ricordi di qualsiasi genere. Fino a quando non è arrivata la “fotografia digitale”, nelle nostre case ci sono sempre stati cassetti o scatole dove erano custodite vecchie fotografie scattate in negativo e stampate, magari su carta baritata, ritraenti i nostri nonni o addirittura bisnonni, o eventi, compleanni e momenti di convivialità.

Purtroppo, e lo dico a malincuore, in questi ultimi anni avremo un ” vuoto di memoria fotografica” non indifferente, dovuto al cattivo uso della Fotografia,  abituati a fare  miliardi di scatti  “virtuali” , con i nostri cellulari iper tecnologici, che servono solo nell’immediato per darli in pasto ai social network e poi un minuto dopo già dimenticati rimarranno “chiusi” dentro le memorie di cellulari che nel frattempo sono diventati obsoleti e vecchi  da buttare e sostituire con il modello di ultima generazione , e così le nostre fotografie andranno perse ancor prima di essere stampate e  viste tra le nostre mani.

50° Genovini_010518_0089

50° Genovini_010518_0166

Quindi vi inviterei a fare mente locale, e magari dei cento scatti fatti durante il compleanno di vostro figlio provare a fare una scelta e stamparne 15/20 fotografie  su carta fotografica in modo da conservare nel tempo in modo sicuro quel momento, cosi che i nostri nipoti aprendo i cassetti o una vecchia scatola da scarpe potranno trovare ancora dei Ricordi.

50° Genovini_010518_0088

50° Genovini_010518_0171

Un nuovo soggetto per “Icone”

Dal mio progetto aperto “Icone” dove cerco di trovare persone che assomiglino anche vagamente ad attori, attrici o cantanti, insomma, somiglianze a personaggi dello spettacolo, questa è volta di Cristiana nei panni di Sabrina Ferilli.

Già da tempo insieme a Cristiana avevamo cercato e scaricato 3/4 foto di Sabrina Ferilli per prenderci spunto, poi in studio, ho cercato di riprodurre la location più veritiera possibile, sia come tipo di illuminazione sia la scenografia. Cristiana invece ha cercato i vestiti simili a quelli di Sabrina, ha perfino copiato il suo trucco e modificato la capigliatura per renderla simile all’attrice.

Cristiana arrivata nel mio studio insieme all’amica Helga la quale ci ha aiutato sia nel trucco che nel outfit di Cristiana, tra l’altro, è riuscita a fare anche un po’ di scatti di backstage durante la sessione fotografica.

Questi sono gli scatti che ne son venuti fuori, buona visione…

titolo-7-2

titolo-6-2

titolo-5

Cri sabri OK-2

sabrina15

Cristiana B_210118_0038

titolo-1-2

titolo-3

titolo-2-2

titolo-4

 

Fotografare Irene…

Irene S_050218_0078

Con Irene ci siamo conosciuti al bar dove mi ritrovo con gli amici, poi l’ho contattata tramite social e gli ho proposto di posare per me per il mio progetto “Icone”, così abbiamo deciso di fare una sessione fotografica “conoscitiva”, per rompere il ghiaccio e vedere come si comportava davanti all’obiettivo, così ci siamo trovati un lunedì nel tardo pomeriggio nel mio studio, Irene per questa occasione ha portato non troppi cambi, questo mi ha un po’ stupito perché di solito queste ragazze si portano dietro un trolley dove dentro c’è un armadio a otto ante 😳😊 .

Irene S_050218_0023-2Irene S_050218_0029-2

Abbiamo incominciato a scattare, dapprima con semplice luce continua a Led , dopo in luce flash. Ho visto subito che Irene c’era; infatti dopo i primi scatti è entrata in modalità ” Modellina On”, questo mi ha fatto molto piacere perché vuol dire che il Talent Scout che c’è in me funziona ancora. 🙂 🙂 🙂

Tre semplici cambi d’abito, il primo anche senza trucco,  tre semplici set fotografici e tutto è filato liscio, questi sono alcuni scatti dello shooting,

Irene S_050218_0076-2Senza titolo-1-2Irene S_050218_0131-2Senza titolo-2-2Irene S_050218_0174-2Senza titolo-3-2Senza titolo-4-2

Con Irene ci siamo promessi di poter scattare di nuovo insieme, magari anche in esterni quando la stagione lo permetterà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: