Fotografare le persone

…mi serve una foto, fammi due scatti e via…

Alessandra P_111015_0048

Da quando fotografo ho notato che di solito queste/i ragazze/i che decidono di farsi un servizio fotografico, nei primi momenti di colloquio, dove pianifichiamo cosa fare, sono un po in tensione, questo è anche comprensibile, specialmente se è la prima volta che posano davanti ad un obiettivo.

Poi durante lo shooting questa tensione si allenta per arrivare all’apice del servizio dove si crea una completa sintonia tra fotografo e soggetto, e dove il soggetto ritratto trova la massima autostima o fiducia in se stesso, atteggiandosi in maniera naturale, e permettere al fotografo di trovare le espressioni più significative, per cercare di creare scatti emozionali.

Cristina F_240814_0106

Da questo momento in poi inizia una sorta di “calo di prestazione” sia da parte del fotografo che del soggetto fotografato, questo per vari motivi, vuoi per la stanchezza, o per un abbassamento di attenzione o calo di adrenalina.

Ana M_250814_0136

Per questo motivo, quando mi viene chiesto: “ma io non voglio un servizio fotografico, mi scatti due foto”, gli devo spiegare che non funziona proprio così, non si può nemmeno immaginare di realizzare una bella fotografia con due/tre scatti fatti in fretta e furia.

Cristina F_240814_0261

Annunci

Lunedì ho scattato con Chidima

chidima-u_051216_0180-2

Tempo fa Matteo è passato a trovarmi per chiedermi informazioni per fare un servizio fotografico alla sua amica Chidima, così dopo averci parlato ho contattato direttamente lei per organizzarci e decidere il giorno per scattare.

Lunedì ci siamo trovati in studio e abbiamo passato un pomeriggio insieme. Siamo partiti con alcuni scatti semplici, tanto per entrare in sintonia, anche se con Chidima ci siamo trovati subito bene.

Senza titolo-1-2.jpg

Chidima U_051216_0202-2.jpg

senza-titolo-2-2

chidima-u_051216_0249-2

senza-titolo-3-2

chidima-u_051216_180-2

Avevo in mente un paio di “situazioni”, la prima è stata quella di avvolgere Chidima con la pellicola trasparente, abbiamo fatto un po’ di scatti ma non siamo rimasti soddisfatti, così Matteo mi ha suggerito di scattare mentre lei cercava di togliersi la pellicola, e in effetti  ne sono venuti fuori un paio di scatti interessanti.

Senza titolo-4-2.jpg

La seconda situazione è stata quella di cercare di “stampare” impronte bianche di farina delle mani sul corpo di Chidima, creando questo “contrasto” tra la carnagione scura e vellutata di lei e le impronte bianche delle mani. 

Senza titolo-5-2.jpg

Chidima U_051216_0311-2.jpg

Abbiamo, passato un bel pomeriggio, ridendo e scherzando questa credo che sia la prima cosa che si deve riuscire ad ottenere per poter realizzare un buon servizio fotografico, con Chidima magari ci rivedremo per un nuovo progetto.

Domenica con Ana

Dopo un po’ di tempo che non ci vedevamo, con Ana abbiamo deciso di trovarci domenica sia per passare un pomeriggio insieme, sia per scattare qualche foto nuova.

Sono passato a prenderla a casa e dato che la stagione non ci ha permesso di scattare in esterni abbiamo deciso di andare in studio,  dopo avere riscaldato l’ambiente abbiamo incominciato a fare qualche scatto, per l’occasione ho provato l’illuminazione a Led, essendo una fonte di illuminazione continua mi ha permesso ci scattare in sequenza senza dover aspettare i tempi di  ricarica del condensatore del flash.

senza-titolo-1-2

ana-m_061116_0139-2

senza-titolo-3-2

ana-m_061116_0106-2

ana-m_061116_0161-2

ana-m_061116_0152-2

ana-m_061116_0170-2

ana-m_061116_0174-2

ana-m_061116_0198-2

ana-m_061116_0222-2

Dopo aver fatto una prima sessione con questo tipo di illuminazione, son voluto ritornare alle origini, preparando un set con luce flash a due punti d’illuminazione , una luce primaria e una d’effetto, set semplice ma sempre efficace.

senza-titolo-2-2

La prima volta con Giulia

giulia-d_050916_0198

Giulia è una ragazza che ho conusciuto tempo fa, ogni tanto ci sentiamo su Facebook, così nei giorni scorsi ho visto passare una sua foto e mi è venuta in mente, ci siamo sentiti e abbiamo deciso di scattare insieme per un “test conoscitivo”.

Son passato a prenderla a casa e siamo andati a scattare al Castello di Cozzile, dove se si trova una giornata limpida possiamo ammirare tutta la Val di nievole fino a tutta la Val d’Arno, uno spettacolo niente male.

Abbiamo incominciato a scattare ma Giulia mi ha confidato fin da subito che doveva prendere un po’ di confidenza dato che era on po di tempo che non era abituata a posare davanti ad un obiettivo.

Dopo i primi scatti ha incominciato ad entrare nella parte, così abbiamo deciso di trovarci di nuovo, magari in studio per fare altri scatti.

Questi sono solo alcuni scatti giudicate voi…

giulia-d_050916_0007

giulia-d_050916_0027_pp

giulia-d_050916_0115

giulia-d_050916_0120

giulia-d_050916_0128

 

giulia-d_050916_0161

giulia-d_050916_0194

giulia-d_050916_0095

giulia-d_050916_0102

 

 

25° del DeCris Pub

 

panoramica_decris

Venerdì 2 Settembre è stata organizzata una serata per festeggiare i 25 anni di attività di un locale ormai storico di San Miniato, gestito da Deliano e Cristina. Devo dire che non è facile trovare un locale che abbia una durata così longeva della solita gestione, pensate che io ero già cliente, insieme a Deliano, prima che lo prendesse in gestione lui con Cristina.  Ad occhio e croce, penso che siano perlomeno 30 anni che frequento questo locale.

Era già da un po’ di tempo che pensavano di organizzare qualcosa, poi con con l’aiuto sostanziale di Samuele Senesi della Bisteccheria è stato possibile creare l’evento per la serata. Cena tipica toscana, e a seguire fiumi di birra accompagnati dalle note della Ziggy’s Band , Le danze sono state aperte da i’ Billo con la sua chitarra acustica e con Emanuele alle percussioni.

La Ziggy’s Band non ha bisogno di presentazioni. Nel comprensorio tutti conoscono Giovanni, voce e chitarra del gruppo, Giulia al Basso, Giacomo alla chitarra, Federico alla batteria, Giacomo in questa occasione ha sostituito Stefano, detto “Bubi” alle tastiere, assente per motivi di lavoro. Per un paio di pezzi abbiamo avuto anche l’onore di sentire la chitarra di Massimo e l’armoniosa voce di Nicla.

Io come al solito ho cercato di “documentare” la serata con le fotografie, per poter fare delle panoramiche dall’alto mi sono perfino affacciato dal mitico terrazzino di casa di i’ Foto, grazie Francesco      🙂  .

25-decris_020916_0010

25-decris_020916_0004Inizio serata, durante il Soundcheck

25-decris_020916_0016

25-decris_020916_0022Lorenzo al bracere, d’altronde qualcuno lo deve pur fare lo sporco lavoro

25-decris_020916_0012

25-decris_020916_0035Deliano con le cassiere Letizia & Nicla

25-decris_020916_0028

25-decris_020916_0037

25-decris_020916_0026

panoramica_decrisok

25-decris_020916_0047

25-decris_020916_0061

25-decris_020916_0062

25-decris_020916_0076Presentazione e ringraziamenti da parte di Deliano e Cristina

25-decris_020916_0083Durante la “performance” di Deliano cantando “Motocicletta 10HP” di Lucio Battisti

25-decris_020916_0092

25-decris_020916_0096

25-decris_020916_0100

25-decris_020916_0130

25-decris_020916_0133

25-decris_020916_0134

25-decris_030916_0166

25-decris_030916_0182

25-decris_030916_0199Brindisi di fine serata ora dello scatto 5:53:26 Deliano, Cristina, Ludovica, Letizia e Cristina

Un giorno con Lukìa

Lucia B_070816_0529-2

Una delle prime domeniche di agosto ci siamo ritrovati con Lucia per scattare di nuovo insieme. Appuntamento alla stazione alle 9 e 34, son passato a prenderla e siamo andati in location, più precisamente in un bosco vicino a San Miniato. Abbiamo incominciato a scattare e siamo entrati subito in sintonia, anche perché avevamo già scattato insieme, tipo in questa occasione.

Abbiamo sfruttato due location diverse, presi dalla foga di scattare siamo arrivati lunghi per l’orario del treno di ritorno, arrivando in stazione quando il treno partiva, così Lucia ha telefonato a casa per dire che tornava nel pomeriggio.

Lucia B_070816_0226-2

Lucia B_070816_0278-2

Lucia B_070816_0120-2-2

Così con tranquillità siamo andati in studio e abbiamo preparato gli outfit per dopo, poi ci siamo fatti un aperitivo con un Ferrari Perlè e siamo andati a mangiate un primo da Rina, lei uno spaghetto alle vongole veraci, e io una “Vesuviana” spaghetti con gamberetti, pomodorini freschi e un po’ di peperoncino. Poi siamo tornati in studio a scattare, abbiamo avuto anche il tempo di visionare gli scatti per una prima scelta.

Senza titolo-7-2

Senza titolo-0-2

Senza titolo-5-2

Senza titolo-8-2

Senza titolo-6-2

Ho riportato Lucia in stazione a prendere il treno delle 18 e 24, questa volta siamo andati con un po di anticipo , per avere il tempo di fare il biglietto . Abbiamo deciso di mantenerci in contatto per poter scattare di nuovo insieme per progetti futuri.

Meno di un’ora con Hajar

Hajar B_170716_0012

Lunedì pomeriggio con Hajar, siamo riusciti a trovarci di nuovo, dopo un po’ di tempo e vari impegni da parte di entrambi.

Sono andato a prenderla in stazione alle 18 e 23 e siamo partiti verso una location abbastanza vicina, dato che doveva ripartire con il treno delle 19 e 34, per questo mi son trovato costretto a sfruttare un parcheggio al coperto, non tanto frequentato quindi abbastanza tranquillo per poter scattare. Oltre a sfruttare l’ambiente mi son divertito a cercare dei “baffi” di luce che entravano attraverso un foro sul tetto sfruttando il contrasto che veniva a crearsi in modo da mettere in evidenza il corpo sinuoso di Hajar

Questi sono alcuni scatti di una sessione che è durata effettivamente (Dati Exif alla mano) dalle 18:36 alle 19:15 compresi quattro cambi di outfit, poi siamo saliti in macchina e l’ho accompagnata alla stazione, ci siamo salutati e via…

Hajar B_170716_0092

Hajar B_170716_0096

Hajar B_170716_0100

Hajar B_170716_0070

Hajar B_170716_0074

Hajar B_170716_0089

Hajar B_170716_0222

Hajar B_170716_0223

Hajar B_170716_0234

Hajar B_170716_0006

Hajar B_170716_0010

Hajar B_170716_0148

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: